Unpoem cs753

 

 

 

 

 

 

 

 

La registrazione in questione risale al giugno 2022, dal vivo, poi è stata mixata per la pubblicazione da João Madeira. I musicisti in questione sono cinque, colti in un momento piuttosto positivo davanti al pubblico di casa. Accanto a Ernesto Rodrigues
alla viola ci sono Bruno Parrinha al clarinetto basso, João Madeira al contrabbasso, Hernani Faustino anche al contrabbasso e José Oliveira alle percussioni. Sono tutti musicisti esperti che celebrano l’improvvisazione in 3 brani improvvisati, con grovigli di suono appassionati ed impressionanti. A volte, quando è Ernesto Rodrigues a dirigere i momenti concitati, sembrano il trio Revolutionary Ensemble di Leroy Jenkins, ma con un impatto maggiore, in quanto qui si tratta di ben cinque mussicisti attivi e ed empatici su come debba suonare la musica del gruppo. Al centro dell’attenzione ci sono i due contrabbassisti, spesso suonati con l’archetto, ma mai autoreferenziali. Si improvvisa in gruppo, quaso un rito trasmettendo momenti quasi deliranti. Alla fine ci si rende conto del fascino di questa musica, che avvolge ed emoziona l’ascoltatore. Vittorio (MusicZoom)

 

"Unpoem" is a recording from Smup, Parede by the quintet, notable for two double bass players. The quinted plays one suite "Unpoem" in three movements.
The music is dominated by the strings and consists in combination of free improvisation, free minimal music and contemporary classical music, so characteristic for the Rodrigues Family Business and the Lisbon Scene, in general. The best fragments of the suite, for me, are those when one can hear better exposed lines of bass clarinet of Bruno Parrinha, for instance in the final part of the 12 minutes long "I". The highlight seems to be 21 minutes long "II", but I actually dig the short, only 4 and a half minute long "III" for its expressive and rhythmic power. Another great one from Creative Sources! Maciej Lewenstein